Skip to Content

T-DAYS E VIA IRNERIO

Ott 13, 2016 • Pierluigi Giacomoni

T-DAYS E VIA IRNERIO
(13 Ottobre 2016)

BOLOGNA. Lo sciopero dei tranvieri il sabato non ci sarà: pare che l’incontro tra l’assessore alla mobilità e i sindacati abbia sortito alcuni effetti che dovrebbero migliorare la circolazione in via Irnerio nei T-days, in particolare il sabato, giorno nevralgico .

Finish reading T-DAYS E VIA IRNERIO

Categories: Bologna • Tags: , ,

AUTOBUS NOTTURNI NEI WEEK END

Set 28, 2016 • Pierluigi Giacomoni

AUTOBUS NOTTURNI NEI WEEK END
(28 Settembre 2016)

BOLOGNA. Nella notte tra il 30 settembre e il 1° ottobre prossimi ripartirà il servizio di autobus notturni che
collegherà, nei fine settimana, il centro della città con alcune periferie.

Finish reading AUTOBUS NOTTURNI NEI WEEK END

EDITORIALE: BOLOGNA A SOVRANITA’ LIMITATA

Set 25, 2016 • Pierluigi Giacomoni

EDITORIALE: BOLOGNA A SOVRANITA’ LIMITATA
(25 Settembre 2016)

BOLOGNA. La vicenda delle feste notturne che si tengono quotidianamente in piazza Verdi, via Petroni e zone
circonvicine, sottolinea in modo assolutamente evidente che Bologna non è sovrana in un’area importante del suo
centro storico: la zona universitaria. Lì le leggi del Paese, le ordinanze del sindaco, le forze dell’ordine, di
ogni ordine e grado, non hanno alcun potere. Se una delle cinque o sei polizie di cui disponiamo in Italia passa a
vedere cosa succede, non accade nulla.

Finish reading EDITORIALE: BOLOGNA A SOVRANITA’ LIMITATA

Categories: Bologna, Europa, Italia • Tags: ,

TOPI, VETRI ROTTI ED INTEGRAZIONE PROBLEMATICA

Set 23, 2016 • Pierluigi Giacomoni

TOPI, VETRI ROTTI ED INTEGRAZIONE PROBLEMATICA
(23 Settembre 2016)

BOLOGNA. Partecipare ad un incontro di inquilini di case ACER significa toccar con mano problematiche sociali immense, perché chi vive in questi caseggiati deve far fronte a problemi piuttosto grossi, che si connettono con le grandi questioni dell’economia, dell’integrazione tra genti diverse, della sicurezza e della giustizia sociale.

Finish reading TOPI, VETRI ROTTI ED INTEGRAZIONE PROBLEMATICA

OSSERVAZIONI PROPOSTE SUL PASSANTE DI BOLOGNA/2

Set 15, 2016 • Pierluigi Giacomoni

OSSERVAZIONI PROPOSTE SUL PASSANTE DI BOLOGNA/2
(15 Settembre 2016)

APPENDICE

La realizzazione di una importante infrastruttura di trasporto, come quella in esame, è destinata a provocare importanti conseguenze sulla vita di chi abita in un intorno dell’infrastruttura stessa. Tali conseguenze sono di diverso genere ed entità ed abbracciano sia la fase esecutiva (cantierizzazione e lavori) sia quella di gestione e di esercizio. Ritengo pertanto d’importanza vitale prevedere l’istituzione di un apposito organismo (Osservatorio) che controlli la fase esecutiva e quella di primo esercizio dell’opera, con i compiti e la composizione che illustrerò nel seguito. Questa convinzione è suffragata da un’esperienza diretta (faccio parte dal 2002 dell’Osservatorio della Variante di valico, aperta al traffico nel dicembre scorso, sono stato membro a suo tempo per alcuni anni dell’Osservatorio che si occupava dell’ Alta velocità ferroviaria-nodo di Bologna ed ho seguito dall’esterno le vicende dell’Osservatorio dell’Alta velocità fra Bologna e Firenze), che mi ha permesso di valutare punti di forza e criticità di questi organismi, di cui terrò conto nella proposta che mi accingo a fare. L’accordo sottoscritto fra Ministero delle infrastrutture, Regione, Città metropolitana e comune di Bologna, tratta all’art.3bis (Confronto pubblico e Comitato di monitoraggio) della partecipazione pubblica ed istituzionale, prevedendo una fase di confronto sul progetto preliminare, che dovrebbe svolgersi da giugno ad ottobre 2016, che dovrebbe portare ad individuare possibili miglioramenti progettuali condivisi, da trasferire nella progettazione definitiva sulla quale dovrà essere svolta la procedura di V.I.A. (Valutazione d’impatto ambientale). Questo percorso, che dovrebbe durare (ottimisticamente) 15 mesi, si svolgerà con il supporto di un Comitato di monitoraggio tecnico scientifico costituito dalle parti firmatarie dell’accordo e coordinato dal Ministero. Su questo, vale a dire sulla fase che va dalla progettazione preliminare a quella definitiva e, successivamente, a quella esecutiva, non ho osservazioni particolari. Quello che mi preme mettere in evidenza fin d’ora, anche se può sembrare prematuro, è la necessità di un organismo che, come ho detto in precedenza, accompagni la fase dei lavori e quella del primo esercizio dell’ infrastruttura. Potrebbe anche trattarsi dello stesso Comitato di monitoraggio di cui all’art.3bis, che, grazie alla conoscenza del progetto potrebbe controllarne più agevolmente l’esecuzione. L’importante tuttavia è definirne la composizione, le competenze ed alcune condizioni necessarie, secondo me, a garantirne un efficace funzionamento.

Finish reading OSSERVAZIONI PROPOSTE SUL PASSANTE DI BOLOGNA/2

OSSERVAZIONI PROPOSTE SUL PASSANTE DI BOLOGNA/1

Set 15, 2016 • Pierluigi Giacomoni

OSSERVAZIONI PROPOSTE SUL PASSANTE DI BOLOGNA/1
(15 Settembre 2016)

Ricevo e volentieri pubblico integralmente, le Osservazioni-proposte fatte dall’amico Paolo Natali a proposito del Passante di Bologna su cui è in atto un dibattito acceso e molto approfondito con incontri sul territorio interessato tra operatori e cittadini.

Finish reading OSSERVAZIONI PROPOSTE SUL PASSANTE DI BOLOGNA/1

TPER, L’ABBONAMENTO E GLI UTENTI

Set 13, 2016 • Pierluigi Giacomoni

TPER, L’ABBONAMENTO E GLI UTENTI
(13 Settembre 2016)

BOLOGNA. Durante l’ultima campagna elettorale, il sindaco, allora candidato alla rielezione, promise che col nuovo anno scolastico, sarebbero state date tessere tranviarie gratuite ai ragazzi delle medie.

Finish reading TPER, L’ABBONAMENTO E GLI UTENTI