Skip to Content

RUSSIA UNITA RICONQUISTA LA DUMA

settembre 20, 2016 • Pierluigi Giacomoni

RUSSIA UNITA RICONQUISTA LA DUMA
(20 Settembre 2016)

MOSCA. «Sappiamo che la vita è dura per la gente, che ci sono molti problemi e molte questioni irrisolte, però abbiamo vinto!» E’ soddisfatto Vladimir Vladimirovic Putin nel fare un bilancio d’una giornata elettorale che presentava più d’un’incognita alla luce, come vedremo, delle forti tensioni internazionali in cui il Paese è coinvolto e della recessione che impoverisce vasti strati della popolazione.

Finish reading RUSSIA UNITA RICONQUISTA LA DUMA

LA GRECIA SI AVVICINA ALLA RUSSIA

maggio 28, 2016 • Pierluigi Giacomoni

LA GRECIA SI AVVICINA ALLA RUSSIA
(28 maggio 2016)

ATENE. Nei duri giorni delle trattative per ottenere dall’Unione Europea un prestito di 86 miliardi di euro, che le permettesse di pagare gl’interessi maturati sul proprio colossale debito di 330 miliardi, la Grecia di Tsipras ventilò la possibilità d’un’alleanza greco-russa, o se si preferisce panortodossa, in funzione anti-UE.

Finish reading LA GRECIA SI AVVICINA ALLA RUSSIA

Categories: Europa • Tags: , ,

PUTIN FA DISTRUGGERE CIBO PROVENIENTE DALL’OCCIDENTE

agosto 8, 2015 • Pierluigi Giacomoni

PUTIN FA DISTRUGGERE CIBO PROVENIENTE DALL’OCCIDENTE
(8 agosto 2015)

MOSCA. «Il Cremlino, – scrive polisblog – in accordo con un recente decreto governativo, ha fatto distruggere dalle ruspe 100 tonnellate di cibo (frutta, verdura e formaggi). Si tratta di prodotti alimentari europei e statunitensi sotto embargo, che fino ad oggi venivano rimandati indietro una volta giunti alla frontiera russa.»

Finish reading PUTIN FA DISTRUGGERE CIBO PROVENIENTE DALL’OCCIDENTE

Categories: Europa • Tags: , , ,

CECENIA: UN PICCOLO ANGOLO D’INFERNO

novembre 22, 2009 • Pierluigi Giacomoni

CECENIA. UN PICCOLO ANGOLO D’INFERNO
(22 novembre 2009)

GROZNIJ. Già nel 1577, i Cosacchi, al servizio di Ivan IV il Terribile (1530-84), si stabiliscono nella regione del
Terek. Il territorio diventerà, poi, parte dell’impero russo dal 1783, anche se con periodiche ribellioni di Ceceni
ed Ingusci, cui l’esercito zarista fa fronte con difficoltà.
dopo la Rivoluzione Bolscevica del 1917 e la nascita dell’URSS (1923) Ceceni ed Ingusci sono inseriti nella
Repubblica Socialista Sovietica Ceceno-Inguscia, nell’ambito dell’enorme Russia, uno dei 15 soggetti che compongono
l’unione.
Quando, però, nel ’41 i Tedeschi invadono l’URSS, i Ceceni, sperando d’ottenere la piena indipendenza da Mosca,
insorgono.
Appena è chiaro che i nazisti si ritirano e l’armata rossa è all’offensiva, Stalin ordina una durissima
rappresaglia contro i ribelli.
Il 23 febbraio 1944 con l’Operazione Lentil, in una sola notte, un milione di ceceni è deportato in Kazakistan.
Solo nel 1957, dopo il XX Congresso del PCUS, durante il quale Krushcev denuncia i crimini dello stalinismo, si
consente ai superstiti del ’44 di tornare in patria.

Finish reading CECENIA: UN PICCOLO ANGOLO D’INFERNO

Categories: Europa • Tags: , , ,