Skip to Content

SCHEMA D’INTERVENTO AL CONGRESSO DI CIRCOLO

Ott 18, 2017 • Pierluigi Giacomoni

SCHEMA D’INTERVENTO AL CONGRESSO DI CIRCOLO
(18 OTTOBRE 2017)

BOLOGNA. Ancora una volta il nostro partito, l’unico a tenere periodicamente dei congressi ai vari livelli, è

Finish reading SCHEMA D’INTERVENTO AL CONGRESSO DI CIRCOLO

IL PASSANTE DELLA DISCORDIA

Gen 14, 2017 • Pierluigi Giacomoni

IL PASSANTE DELLA DISCORDIA
(14 Gennaio 2017)

BOLOGNA. Si narra che la dea discordia, non invitata al matrimonio di Peleo e Teti, che sarebbe stata la mamma di
Achille, si sia presentata lo stesso al ricevimento sull’Olimpo ed abbia gettato sulla tavola del banchetto una
mela d’oro dedicata “alla più bella delle dee”.

Finish reading IL PASSANTE DELLA DISCORDIA

DIARIO DEL QUARTIERE

Ott 31, 2016 • Pierluigi Giacomoni

DIARIO DEL QUARTIERE
(31 ottobre 2016)

BOLOGNA. Il 25 ottobre scorso si è tenuta un’importante seduta, la n. 3 di questa legislatura, del Consiglio del
quartiere San Donato-San Vitale, il cui piatto forte è stata la discussione del documento relativo al Passante
Autostradale di Bologna.

Finish reading DIARIO DEL QUARTIERE

INTERVENTO SULL’ODG N. 49

Ott 29, 2016 • Pierluigi Giacomoni

INTERVENTO SULL’ODG N. 49
(29 ottobre 2016)

BOLOGNA. Pubblico qui di seguito il testo dell’intervento che ho pronunciato il 25 ottobre scorso durante la seduta del consiglio del Quartiere S. Donato-S. Vitale a proposito dell’ODG. N. 49, il cui testo ho pubblicato integralmente nei giorni scorsi.
***
Dico subito che il mio intervento sarà di tipo politico-istituzionale più che di natura tecnica: ho seguito ancora nello scorcio del mandato precedente l’evoluzione del progetto “passante di bologna” e, grazie all’aiuto di insigni maestri, ho compreso le motivazioni che stanno alla base sia del rigetto del progetto “passante Nord”, sia dell’adozione del progetto preliminare del “passante di mezzo”.

Finish reading INTERVENTO SULL’ODG N. 49

OSSERVAZIONI PROPOSTE SUL PASSANTE DI BOLOGNA/2

Set 15, 2016 • Pierluigi Giacomoni

OSSERVAZIONI PROPOSTE SUL PASSANTE DI BOLOGNA/2
(15 Settembre 2016)

APPENDICE

La realizzazione di una importante infrastruttura di trasporto, come quella in esame, è destinata a provocare importanti conseguenze sulla vita di chi abita in un intorno dell’infrastruttura stessa. Tali conseguenze sono di diverso genere ed entità ed abbracciano sia la fase esecutiva (cantierizzazione e lavori) sia quella di gestione e di esercizio. Ritengo pertanto d’importanza vitale prevedere l’istituzione di un apposito organismo (Osservatorio) che controlli la fase esecutiva e quella di primo esercizio dell’opera, con i compiti e la composizione che illustrerò nel seguito. Questa convinzione è suffragata da un’esperienza diretta (faccio parte dal 2002 dell’Osservatorio della Variante di valico, aperta al traffico nel dicembre scorso, sono stato membro a suo tempo per alcuni anni dell’Osservatorio che si occupava dell’ Alta velocità ferroviaria-nodo di Bologna ed ho seguito dall’esterno le vicende dell’Osservatorio dell’Alta velocità fra Bologna e Firenze), che mi ha permesso di valutare punti di forza e criticità di questi organismi, di cui terrò conto nella proposta che mi accingo a fare. L’accordo sottoscritto fra Ministero delle infrastrutture, Regione, Città metropolitana e comune di Bologna, tratta all’art.3bis (Confronto pubblico e Comitato di monitoraggio) della partecipazione pubblica ed istituzionale, prevedendo una fase di confronto sul progetto preliminare, che dovrebbe svolgersi da giugno ad ottobre 2016, che dovrebbe portare ad individuare possibili miglioramenti progettuali condivisi, da trasferire nella progettazione definitiva sulla quale dovrà essere svolta la procedura di V.I.A. (Valutazione d’impatto ambientale). Questo percorso, che dovrebbe durare (ottimisticamente) 15 mesi, si svolgerà con il supporto di un Comitato di monitoraggio tecnico scientifico costituito dalle parti firmatarie dell’accordo e coordinato dal Ministero. Su questo, vale a dire sulla fase che va dalla progettazione preliminare a quella definitiva e, successivamente, a quella esecutiva, non ho osservazioni particolari. Quello che mi preme mettere in evidenza fin d’ora, anche se può sembrare prematuro, è la necessità di un organismo che, come ho detto in precedenza, accompagni la fase dei lavori e quella del primo esercizio dell’ infrastruttura. Potrebbe anche trattarsi dello stesso Comitato di monitoraggio di cui all’art.3bis, che, grazie alla conoscenza del progetto potrebbe controllarne più agevolmente l’esecuzione. L’importante tuttavia è definirne la composizione, le competenze ed alcune condizioni necessarie, secondo me, a garantirne un efficace funzionamento.

Finish reading OSSERVAZIONI PROPOSTE SUL PASSANTE DI BOLOGNA/2

OSSERVAZIONI PROPOSTE SUL PASSANTE DI BOLOGNA/1

Set 15, 2016 • Pierluigi Giacomoni

OSSERVAZIONI PROPOSTE SUL PASSANTE DI BOLOGNA/1
(15 Settembre 2016)

Ricevo e volentieri pubblico integralmente, le Osservazioni-proposte fatte dall’amico Paolo Natali a proposito del Passante di Bologna su cui è in atto un dibattito acceso e molto approfondito con incontri sul territorio interessato tra operatori e cittadini.

Finish reading OSSERVAZIONI PROPOSTE SUL PASSANTE DI BOLOGNA/1