Please follow and like us:
Pin Share

IL VANGELO DI OGGI

sia fatta la tua volontà
(24 Dicembre 2023)

Oggi arriva al traguardo l’Avvento: è la quarta domenica: domani è Natale.

***

VANGELO

Luca, Cap. 1, Vv. 26-38

In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te».
A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio».
Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.

***

COMMENTO

«Sia fatta la tua volontà» è un’espressione che vien ripetuta continuamente da chi recita il Pater Noster, eppure son sicuro che ciascuno di noi dentro di sé spera che la propria volontà coincida con quella dell’altro, Dio compreso.

questo soprattutto nell’epoca in cui in noi si è insinuato da decenni il principio dell’autodeterminazione.

Son io, che riguardo a me, decido ciò che mi interessa di più: se qualcuno prova a farmi fare qualcosa che non ho deciso, gli chiedo perché vuol impormi la sua volontà e mi appello al rispetto della mia autodeterminazione.

Eppure ci son dei momenti in cui uno deve fare cose che gli vengon imposte: sono gli obblighi che cammin facendo nella vita si devon adempiere.

Quando sei bambino devi andare a scuola per diversi anni, fino a quando non ne sai abbastanza per far un mestiere.

Quando vieni assunto da un datore di lavoro devi andare tutti i giorni a lavorare.

Se ti sposi vuol dire che devi stare con la tua compagna il più a lungo possibile,magari anche tutta la vita.

Una malattia può limitare notevolmente le tue facoltà… e via di questo passo.

«Sia fatta la tua volontà», è anche un modo per riconoscere la nostra limitatezza: ognuno di noi deriva da qualcuno che ci ha messo al mondo, ci ha educato, istruito, sfamato, vestito e a cucci e spintoni ha fatto di noi una persona adulta capace di prendersi delle responsabilità.

Non esistono i self made man, ossia gli uomini che si son fatti da soli”: esistono persone che col loro impegno han raggiunto dei risultati importanti nella vita, ma il punto di partenza è sempre lo stesso, assumersi le proprie responsabilità.

Maria non sapeva cosa sarebbe successo di lei dopo esser rimasta incinta: avrebbe potuto esser abbandonata dal fidanzato e lapidata come adultera. Non le è accaduto, ma questo l’ha scoperto dopo ed ha scoperto quanto sarebbe stato duro allevare un figlio impegnativo come Gesù.

Ecco, in questa quarta domenica d’Avvento, pensiamo per un attimo a tutti coloro che si son assunti una responsabilità importante e l’han condotta in porto senza preoccuparsi delle conseguenze.

PIER LUIGI GIACOMONI

Please follow and like us:
Pin Share