Skip to Content

ESSERE SCHIAVE NON E’ PACCHIA

Lug 5, 2018 • Pierluigi Giacomoni

ESSERE SCHIAVE NON E’ PACCHIA
(5 Luglio 2018

ROMA. Pochi giorni dopo il suo insediamento, il Ministro  italiano per l’Interno Matteo Salvini aveva dichiarato

Finish reading ESSERE SCHIAVE NON E’ PACCHIA

UNA BELLA STORIA

Giu 14, 2018 • Pierluigi Giacomoni

UNA BELLA STORIA
(14 Giugno 2018)

BOLOGNA. Migrante non è sinonimo di terrorista, clandestino, jihadista, ladro, assassino, stupratore. Nel mondo di

Finish reading UNA BELLA STORIA

CONTRO LA STRUMENTALIZZAZIONE DELLA PAURA

Dic 31, 2017 • Pierluigi Giacomoni

CONTRO LA STRUMENTALIZZAZIONE DELLA PAURA
(31 DICEMBRE 2017)

ROMA. Domani 1° Gennaio 2018 si celebra la 49° giornata mondiale della Pace: Fu istituita da Paolo VI nel 1967 nel

Finish reading CONTRO LA STRUMENTALIZZAZIONE DELLA PAURA

L’UNGHERIA ARRESTA TUTTI I MIGRANTI

Mar 8, 2017 • Pierluigi Giacomoni

L’UNGHERIA ARRESTA TUTTI I MIGRANTI
(8 Marzo 2017)

BUDAPEST. A larga maggioranza, 138 sì, 6 no e 22 astensioni, ieri il parlamento ungherese ha apporvato un disegno
di legge d’iniziativa governativa che dispone l’arresto di tutti i migranti che entrano nel Paese.

Finish reading L’UNGHERIA ARRESTA TUTTI I MIGRANTI

EUROPA ORIENTALE NEL PANICO PER I MIGRANTI

Ott 24, 2015 • Pierluigi Giacomoni

EUROPA ORIENTALE NEL PANICO PER I MIGRANTI
(24 ottobre 2015).

PRAGA. L’ondata di migranti che va investendo i paesi dell’Europa Orientale, quelli che una volta facevano parte del Patto di Varsavia, sta facendo emergere un grado d’intolleranza che inquieta.

Finish reading EUROPA ORIENTALE NEL PANICO PER I MIGRANTI

DUE IMMAGINI CONTRASTANTI DELL’EUROPA

Set 6, 2015 • Pierluigi Giacomoni

DUE IMMAGINI CONTRASTANTI DELL’EUROPA
(6 settembre 2015).

PRAGA-BERLINO. Ci sono due immagini, tra loro assolutamente contrastanti, che danno, secondo me, il segno di quest’Europa: da un lato quella che mostra dei funzionari governativi cechi che tracciano sulla pelle del braccio dei migranti i numeri del loro biglietto di viaggio, un po’ come facevano i nazisti nei campi di concentramento, quando tatuavano sul braccio dei prigionieri il numero che da quel momento li identificava nei Lager;
dall’altro la festante accoglienza che altri rifugiati hanno ricevuto in Austria e Germania.

Finish reading DUE IMMAGINI CONTRASTANTI DELL’EUROPA