AGGIUDICATA GARA PER NUOVI AUTOBUS
(9 Settembre 2016)

BOLOGNA. La qualità dell’aria che respiriamo dipende da almeno tre fattori:

1. il traffico autoveicolare;
2. i sistemi di riscaldamento;
3. le immissioni di agenti inquinanti da parte delle industrie.

In più si aggiunge come fattore climatico, il ricambio d’aria: Bologna, per la sua collocazione geografica spesso si trova a vivere lunghi periodi di aria stagnante e, quindi, i fattori inquinanti non vengon dissipati.

ebbene, in questi giorni abbiamo letto sui quotidiani locali che è stata aggiudicata, in via definitiva, la gara per l’acquisto di 177 autobus da parte delle aziende di trasporto Tper, Seta, Tep e Start Romagna. I nuovi veicoli cominceranno a entrare in servizio già nella prima metà del 2017, in anticipo sui tempi previsti. La gara – unica, a livello regionale – era stata bandita la primavera scorsa da Tper, in qualità di capofila di tutte le aziende, ed è parte di un più ampio piano di rinnovo delle flotte del trasporto pubblico su gomma dell’Emilia-Romagna. A regime sono previsti complessivamente circa 350 nuovi mezzi, tra autobus e filobus, che sostituiranno progressivamente, da qui al 2020, i veicoli più datati e inquinanti, in particolare gli Euro 0 e gli Euro 1.

Il piano prevede l’impiego, da parte della Regione, di oltre 47 milioni di euro, tra fondi ministeriali ed europei, a cui se ne aggiungeranno altrettanti da parte delle aziende di trasporto. In totale, più di 94 milioni di euro.

Tper ha seguito tutte le fasi di questa prima gara, e le procedure relative ai 177 bus di diverse tipologie e dimensioni, suddivisi in differenti lotti d’acquisto, destinati ai servizi urbani, suburbani ed extraurbani dei territori serviti dalle aziende che erogano il trasporto pubblico. Altri 6 mezzi sono in corso di aggiudicazione, con procedure che saranno completate a breve; il totale dei veicoli aggiudicati salirà quindi a 183, per un valore complessivo della commessa di 41,8 milioni di euro.

La Commissione di gara ha visto tra i propri membri rappresentanti dei vertici tecnici di Tper, Seta, Tep e Start Romagna: l’iter ha previsto anche prove e valutazioni tecniche che sono state effettuate in tempi molto rapidi, tenuto conto dell’importanza della gara.

Si sono aggiudicate le commesse 5 ditte del settore di costruzione dei bus: Industria Italiana Autobus, Iveco, MAN, Rampini e Solaris.

I veicoli aggiudicati sono all’avanguardia sia per le dotazioni di bordo, per l’accessibilità e la climatizzazione, sia per la massima compatibilità ambientale: 165 bus hanno motorizzazione Euro VI e 12 sono a trazione ibrida con supercapacitori (particolari condensatori che hanno la caratteristica di accumulare una quantità di carica elettrica eccezionalmente grande rispetto ai tradizionali).

«La chiusura di questa prima gara segna un traguardo davvero importante, per tutti noi» ha sottolineato in conferenza stampa l’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Raffaele Donini.

donini ha annunciato, inoltre, la prossima gara, «prevista entro il 2017, per l’acquisto di altri 70 nuovi mezzi con i fondi Por-Fesr.»

«Il potenziamento del trasporto pubblico locale è una nostra priorità, come Regione» ha proseguito l’assessore – e ci stiamo lavorando insieme con le aziende, che ci dedicano risorse ed energie. Desidero ringraziare in prima battuta Tper, per il ruolo svolto nell’aggiudicazione di questa prima tranche di mezzi; assicuro l’impegno a proseguire nel percorso intrapreso, per poter offrire ai cittadini veicoli, su gomma come su ferro, realmente moderni e confortevoli su cui poter contare per i propri spostamenti quotidiani.»

Nel pacchetto sono entrati anche i filobus che sono attesi qui in città, soprattutto per alcune linee, come quella del 20 che da Casalecchio arriva fino al Pilastro. La presenza dei filobus dovrebbe dare una mano alla riduzione dei fattori inquinanti nell’aria permettendo ugualmente gli spostamenti.

PIER LUIGI GIACOMONI